Home        Chi siamo        Dove siamo      Contatti     
   Documentazione      News      La cassetta degli attrezzi      Intranet CISL Nazionale      Link      Area riservata     

STRUTTURE CISL

Fai Cisl Nazionale
logoCisl.jpg
logo_Inas.jpg
logofai.gif

logo-Conquiste-Lavoro-Web.jpg
card2011.png
FAI CISL E FILCA CISL: INSIEME PER LA CISL - 30.ott.2012
 
Giornata conclusiva Assemblea di Bellaria

I sindacati agroalimentare e delle costruzioni della Cisl (Fai e Filca) hanno riunito a Bellaria ieri e oggi i loro Delegati e Dirigenti per preparare la piattaforma organizzativa che - attraverso la imminente fase congressuale - porterà a costruire le condizioni utili in cui assemblare le due Federazioni che insieme diventerebbero unica associazione per oltre 500 mila associati. Ieri 29 e oggi 30 ottobre le relazioni del Segretario della Fai Augusto Cianfoni e di Domenico Pesenti della Filca hanno dato le coordinate politiche e organizzative di quello che - hanno auspicato - i prossimi Congressi vorranno ratificare. Una Cisl più rappresentativa e più autorevole - secondo i due Segretari generali - in buona parte dipende e dipenderà dal contributo di idee e di uomini che sappiano fare del territorio un fattore strategico di vicinanza ai bisogni dei lavoratori rappresentati. Contrattazione articolata - bilateralità - Formazione sindacale - moderni strumenti informativi e Delegati al servizio permanente degli associati dovranno essere - secondo Cianfoni e Pesenti - i profili del sindacato nuovo. Al dibattito di Bellaria - dove sono intervenuti oltre quaranta tra Delegati e Dirigenti delle due Federazioni - è intervenuto questa mattina Raffaele Bonanni. Il Segretario generale della Cisl si è complimentato con le due Federazioni per l'impulso dato con la loro idea alla Cisl, oggi impegnata in tutta Italia in un grande disegno riorganizzativo, necessario per migliorare in efficienza e in produttività a favore della tutela. Nel tempo di grandi sfide proposte dalla globalizzazione al sistema delle imprese e di fronte al bisogno ineludibile di profonde riforme nella politica e nelle Istituzioni, il Sindacato, tanto meno la Cisl possono pensare di restare ciò che sono stati fino ad oggi e di continuare ad organizzarsi col solo criterio della consuetudine. I prossimi congressi - si è augurato Bonanni - formalizzeranno con delibere impegnative l'itinerario lungo il quale costruire la futura aggregazione. L'Assemblea di Bellaria, pur non approvando alcun documento politicamente vincolante, nondimeno ha manifestato condivisione sia verso le relazioni programmatiche di Cianfoni e Pesenti che riguardo all'indirizzo politico di Bonanni. Ora nei territori dovrebbe accentuarsi la fase di una strutturata collaborazione tra la Fai e la Filca e di queste con gli Enti dei servizi della Cisl (Inas - Caaf - Anolf). Conoscersi per apprezzarsi e apprezzarsi nel quotidiano lavoro di tutela nei comuni è l'affidamento programmatico che le Segreterie nazionali di Fai e Filca si sono impegnate a sostenere e a promuovere

 

 
 
CCNL Industria Alimentare: FAI, FLAI E UILA siglano il rinnovo 27.ott.2012

FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL: FIRMATO IL RINNOVO DEL CCNL PER I LAVORATORI DELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Nella giornata di oggi, dopo una lunga e difficile trattativa, e' stato sottoscritto, presso la sede della Confindustria tra Fai, Flai e Uila e Federalimentare, l'accordo di rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro dell'industria alimentare per il triennio 2012-2015.
Le segreterie nazionali di Fai, Flai e Uila esprimono un giudizio positivo sulla conclusione della trattativa che rappresenta, in un contesto economico tanto difficile, un'importante tutela a salvaguardia dei diritti dei lavoratori, garantendo, tra le altre cose, il recupero del potere di acquisto dei salari.
È stato infatti previsto per il triennio un aumento delle retribuzioni di 126 Euro suddiviso in quattro tranches (40€ dallo 01/10/2012, 40€ dallo 01/04/2013, 40€ dallo 01/05/2014, 6€ dallo 01/10/2015).
L'accordo inoltre migliora la normativa contrattuale in materia di congedi parentali, di assistenza ai familiari in stato di disagio, tutela ulteriormente i lavoratori migranti e rafforza il capitolo relativo al diritto allo studio, inoltre a partire dal 1° gennaio 2013 e' previsto, a carico delle aziende, un contributo annuo di 24€ che saranno versati ad un fondo bilaterale che garantirà alle lavoratrici un'integrazione alla maternità facoltativa esempio brillante delle potenzialità del welfare contrattuale.
Importanti miglioramenti sono stati poi apportati al capitolo della bilateralità' contrattuale.
Infine l'accordo ha aggiornato,migliorandola, la normativa contrattuale sul mercato del lavoro anche alla luce delle recenti novità apportate dalla riforma Fornero.
Fai, Flai e Uila infine esprimono soddisfazione per l'importante risultato frutto dell'impegno unitario delle tre Federazioni.

Nell'area riservata il testo completo del rinnovo.

 

 
 
CCNL Industria Alimentare e Cooperazione. FAI, FLAI E UILA a Fiuggi approvano le piattaforme - 24.feb.2012

“Favorevole oltre il 97% delle lavoratrici e dei lavoratori”

L’assemblea degli organismi e dei delegati di Fai-Flai-Uila ha approvato le piattaforme per il rinnovo dei contratti dell’Industria e della Cooperazione alimentare. L'approvazione delle piattaforme è avvenuta dopo due giorni di intenso dibattito che ha evidenziato la piena consapevolezza del difficile contesto in cui si svolgeranno i rinnovi contrattuali a causa della crisi economico - finanziaria che mette a rischio consumi, attività produttive, lavoro.

“E’ un risultato importante - dichiarano i Segretari generali delle tre Organizzazioni sindacali - frutto di un percorso democratico e di un coinvolgimento ampio dei lavoratori e delle lavoratrici che ci conforta e ci rende consapevoli di aver ricevuto un mandato chiaro che onoreremo”.

L'assemblea di Fiuggi ha chiuso il percorso di consultazione sulle proposte approvate dai direttivi nazionali unitari di Fai-Flai-Uila lo scorso 13 gennaio; consultazione che ha coinvolto oltre 100 mila lavoratrici e lavoratori in 1.365 assemblee svolte nei luoghi di lavoro di tutta Italia e che hanno registrato oltre il 97% di consensi.

Tra i punti fondamentali delle piattaforme:

  • il rafforzamento della capacità dei Contratti Nazionali nell’ordinare la flessibilità del lavoro;
  • la non rinviabilità dell'attuazione della contrattazione di secondo livello, territoriale e di settore;
  • la definizione contrattuale dei lavoratori notturni e del lavoro a linea-catena per rendere attuabili le norme in materie di lavoro usurante;
  • Il rafforzamento del ruolo contrattuale degli strumenti della bilateralità e del welfare;
  • la Sicurezza sul lavoro;
  • la Sanità integrativa riaffermando il ruolo del Fasa e di Filcoop come fondi nazionali del settore e la Previdenza completare.
  • la richiesta economica di un incremento dei salari di 174 euro al parametro 137.

 

 
 
Assemblea Nazionale degli Organismi e dei Delegati FLAI-UILA- 04.feb.2012
Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil convocano i propri organismi ed i delegati all'Assemblea nazionale di Fiuggi per l'approvazione delle piattaforme per il rinnovo dei CCNL dell'industria e della cooperazione alimentare.     Scarica il volantino con tutte le novità!

MANIFESTO

 
 
Pubblicazione FAI "Il Quotidiano"- 04.feb.2012
In allegato, lo speciale INAS sulla Legge 214/2011 - "Riforma Monti".

scarica l'allegato inas  FAI "Il Quotidiano" n. 06 del 3 febbraio 2012
 
 
Decreto Liberalizzazioni - 31.gen.2012
Pubblichiamo la Circolare Confederale recante una sintesi delle decisioni adottate dal Governo con Decreto Legge in ordine alle cosiddette liberalizzazioni.

scarica l'allegato inas  Circolare Confederale CISL  
 
 
INAS  - Riforma pensioni Legge 214 -"Manovra Monti" - 04.feb.2012
In allegato, lo speciale INAS sulla Legge 214/2011 - "Riforma Monti".

scarica l'allegato inas  Legge 214/2011
 
 
Pubblicazione INAS Tutela - mese di Gennaio 2012 - 28.gen.2012
In allegato, lo speciale mensile di INAS Tutela - mese di gennaio 2012 - tutto dedicato alla "Riforma Monti".

scarica l'allegato inas  INAS Tutela - Gennaio 2012
 
 
Avviso Comune in Agricoltura - accordo 2012 - 26.gen.2012

CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI, CIA, FEDAGRI-CONFCOOPERATIVE, LEGACOOP-AGROALIMENTARE, AGCI-AGRITAL, FLAI-CGIL, FAI-CISL E UILA-UIL

COMUNICATO CONGIUNTO

-------------------------------------------

Roma, 26 gennaio 2012

MERCATO DEL LAVORO: AL GOVERNO CHIEDIAMO LA PIENA ATTUAZIONE DELLE PROPOSTE CONTENUTE NELL’AVVISO COMUNE

In un momento di grande crisi del paese, segnata anche da gravi e sconsiderate azioni di protesta, e contestualmente all’apertura del confronto tra Governo e Parti sociali sulla riforma del mercato del lavoro, le Organizzazioni di rappresentanza dei datori di lavoro e dei lavoratori agricoli mandano al governo un messaggio forte e chiaro: il mondo agricolo chiede che le proposte contenute nell’avviso comune in materia di lavoro e previdenza siano prese in seria considerazione dall’esecutivo e attuate al più presto.

È questo il messaggio che Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Fedagri-Confcooperative, Legacoop-Agroalimentare, Agci-Agrital, Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil hanno lanciato oggi a Roma, nel corso della conferenza stampa di presentazione del documento, sottoscritto il 24 gennaio e inviato al governo.

Le parti firmatarie dell’avviso comune rappresentano un settore che conta 217.000 imprese e circa 1.100.000 occupati. Nel momento in cui queste forze sociali “responsabilmente” concordano delle misure “tecniche”, per lo più senza oneri per lo stato, finalizzate a ridurre la pressione fiscale e contributiva sul lavoro ed a migliorare e dare maggiore trasparenza al mercato del lavoro, il governo “tecnico” di questo paese deve “responsabilmente” tener conto di queste proposte.

Tra le proposte, tese anche a rafforzare l’azione di contrasto al lavoro sommerso, irregolare e fittizio e a forme di caporalato, si segnalano: una legislazione di sostegno della bilateralità, la riduzione del cuneo fiscale anche per le aziende che rinnovano di anno in anno i contratti di lavoro a tempo determinato, sgravi dei contributi antinfortunistici per le aziende “virtuose”, credito d’imposta per le giornate di lavoro aggiuntive dichiarate rispetto l’anno precedente, riforma dei criteri di erogazione delle prestazioni temporanee, razionalizzazione e semplificazione degli adempimenti burocratici per il datore di lavoro, estensione della possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali.

Di particolare rilievo, inoltre, le proposte in materia di semplificazione delle procedure amministrative per l’autorizzazione al lavoro dei lavoratori extracomunitari e, più in generale, delle procedure di instaurazione e gestione dei rapporti di lavoro.


Infine si chiede di restituire “dignità” al sistema della previdenza agricola, anche mediante una migliore organizzazione delle funzioni all’interno dell’Inps e di favorire la risoluzione dell’ingente contenzioso amministrativo e giurisdizionale esistente.


scarica l'allegato inas  Scarica l'accordo
 
 
Cianfoni (fai cisl): soddisfazione per Piattaforma rinnovo Contratto Nazionale lavoratori AGRICOLI E FLOROVIVAISTI - 06.nov.2009
Concludendo la riunione degli attivi unitari riuniti a Roma dalle Segreterie Nazionali Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil oggi 6 novembre per l'approvazione della Piattaforma per il CCNL degli operai agricoli e florovivaisti il Segretario generale Augusto Cianfoni ha espresso la soddisfazione per il lavoro svolto da tutte le strutture territoriali in una consultazione che ha visto la forte riaffermazione della bilateralità e della contrattazione provinciale. Il Segretario della Fai ha sottolineato il valore di una Piattaforma costruita nello spirito positivo del Protocollo sottoscritto con le Organizzazioni Professionali agricole il 22 settembre scorso.

"I rinnovati affidamenti sanciti in quel Protocollo costituiscono i migliori presupposti per una contrattazione a garanzia dei lavoratori riguardo ai rischi di precarietà, ai fenomeni di lavoro nero e al recupero di valore per salari, troppo estranei, nonostante la positiva riforma contrattuale del 1995, a oggettivi parametri di produttività". "Questa - secondo la Fai - dovrà essere la stagione in cui al Contratto sia riconosciuto il valore di fattore di sviluppo per le migliori imprese, interessate a difendere la loro competitività nel mercato internazionale e nonostante una PAC spesso estranea alla pianificazione di uno  sviluppo fondato sulla qualità".
"Alla Bilateralità - ha concluso Cianfoni - vogliamo affidare un serio e rigoroso lavoro di analisi delle condizioni strutturali, produttive e occupazionali dei territori e delle conseguenti esigenze delle imprese cui vogliamo concorrere con l'unico strumento di cui dispone il Sindacato: la contrattazione, per la quale auspichiamo la sollecita apertura del negoziato."

Scarica la Piattaforma Rinnovo Contratto Nazionale Lavoratori Agricoli e Florovivaisti